I giardin di Valencia sono luoghi di pace ed evasione dover poter staccare la spina dalla routine quotidiana e dal ritmo della città. La nostra scuola di spagnolo El Rincón del Tándem vi racconta dove poter vivere il contatto con la natura a Valencia 😊

Oggi vi faremo conoscere i principali giardini di Valencia.

In generale Valencia è famosa por le sue spiagge, il centro storico e la Città delle Arti e delle Scienze. Tuttavia, esistono altri lugohi meravigliosi da scoprire; tra questi, i giardini della città.

I giardini di Valencia sono angoli di pace nei quali è possibile apprezzare la natura, godere del silencio e la tranquillità, fare sport o picnic, leggere o semplicemente ascoltare il canto degli uccelli.

Affinchè i nostri studenti di spagnolo possano approfittare di questi spazi verdi, ne elenchiamo alcuni qui di seguito.
Iniziamo!

Jardines del Real o Jardines de Viveros, San Pío V s/n

Il Jardín del Real o de Viveros è situato nel centro della città di Valencia. Ha una lunga storia e le sue origini risalgono al secolo XI, cuando fu creato come Giardino anesso al palacio de recreo del re.

Dal 1560 in poi, fu utilizzato come vivaio di alberi, soprattutto alberi di limoni e di arance. Nel 1903 divenne propietà del Comune di Valencia conservando la sua funzione di vivaio.

Oltre al suo valore storico, questi giardini accolgono al loro interno il Museo di Scienza Naturale. Inoltre, sono scenario di importanti eventi dell’agenda culturale di Valencia, come la Fiera del Libro, i concerti de de la Feria de Julio o il cinema all’aperto.

I giardini sono luoghi di grande belleza paesaggistica e naturale. Passeggiando per il parco troveremo fontane, sculture como quella de la Dama de Elche, monumenti e busti di personaggi valenziani illustri.
Gli appassionzati di botanica, potranno apprezzare una grande varietà di alberi ed aree fiorite, come i roseti della Rosaleda.

Jardín del Turia

È considerato il grande polmone verde di Valencia. Queso Giardino sorge nel letto del fiume Turia e grazie alla sua lunghezza (9km) è tra i giardini urbani più grandi della Spagna.

Il parco attraversa la città di Valencia e si estende dalla Città delle Arti e delle Scienze fino al Bioparc ed il Parque de Cabecera; un altro spazio verde che vi suggeriamo di visitare.

I giardini del Turia sono senza dubio una tappa imperdibile nell’itinerario di qualsiasi turista e un luogo emblematico della città.

I valenziani amano questo parco e sono soliti andarci spesso per fare lunghe passeggiate, praticare sport ed altre discipline, andare in segway o tándem. Nel parco è possibile affittarne uno.

In aggiunta, qui troviamo campetti di futbol e rugby, un área para skaters e una área lúdica per bambini (Parco Gulliver), oltre ad alcuni bar e caffè.

Percorrendo il parco, passeremo sotto 18 ponti di stili ed epoche differenti. Alcuni di questi sono di grande interesse, como el Puente de la Mar, el Puente de San José o el Puente de las Flores.

Infine, trovermo una grande varietà di alberi e piante che variano da una zona all’altra. Ad entrembi il lati dei giardini si affacciano edifici emblematici e monumento storici, come il Palau de la Música, il Museo de Bellas Artes e le Torri di Serrano.

Jardínes de Monforte, Plaza de la Legión española s/n

Nonostante siano poco conosciuti, i gardini di Monforte risalgono al secolo XIX e sono famosi per il loro grande valore storico ed artístico.

Questo spazio verde include al proprio interno un palazzetto e due giardini in stile neoclassico dacorati con statue di marmo, fontane ornamentali, stagni ed anfore. Risalta la belleza degli alberi, le piante e la varietà dei fori.

Nel 1941 fu dichiarato ufficialmente “Giardino artistico nazionale” e passó sotto la protezione dello Stato.

Jardín Botánico, Calle Quart 80

È famoso per essere il più antico di tutta la Spagna (1567). Fu creato come orto per l’insegnamento della medicina e inizialmente occupava un altro spazio della città.

Dal 1830 fue trasferito nell’area attuale. La finalità del Giardino botanico è conservare, studiare e divulgare il sapere del mondo vegetale.

Il Giardino Botanico è gestito dall’Università di Valencia. Al suo interno troviamo un edificio dedicato alla ricerca, una serra tropicale, un umbráculo di legno e diverse altre serre.

Passeggiando per il Giardino si possono apprezzare piante ed alberi provienienti da varie parti del mondo. Tra questi, i tassi, alberi che simboleggiano l’eternità e vivono quasi mille anni.

Oltre alla sua funzione principale, il Giardino botánico organizza festival di música ispirati allá sosteniblità ambientale e mostre d’arte.

Ha un’agenda culturale ricca ed organziza attività educative per adulti e bambini.

Jardín del Hospital, Calle de Guillem De Castro 16

Questi giardini, conosciuti anche come Giardini del MUVIM, sorgono dove anticamente si trovava l’antico ospedale. Infatti, qui troviamo alcuni resti dell’ospedale e della facciata della Facoltà di Medicina.

La costruzione del giardino fu un processo discontinuo a causa dei var ritrovamenti archeologici che si susseguirono durante i lavori.
L’entrata al giardino è rappresentata da 3 archi in pietra, decorati con 4 effigi di personaggi illustri della medicina nella parte superiore.

Dal Giardino si accede al MUVIM ed alla Biblioteca pubblica di Valencia. Un edificio di grande bellezza architettonica che vi consigliamo di visitare.

Grazie alla combinazione armoniosa di natura ed architettura, questo Giardino ricevette nel 2015 il premio “The Plan Award 2015” nella categoría di Spazio Pubblico.

Speriamo che questo post vi abbia motivato a conocer i principali giardini di Valencia. Luoghi di pace dove poter staccare la spina dalla quotidianità e rinfrescarvi nelle sere d’estate.

Per concludere, la nostra scuola di spagnolo El Rincón del Tándem vi augura un buen fine settimana.

A presto!